Verso Chiang Mai

Sono le 7 e il cielo é giá grigio per il caldo torrido di questo periodo, siamo infatti in piena estate e si sente! La comunitá si ritrova come ogni mattino per la preghiera, particolarmente in questi giorni carichi di significato. E’ mercoledí santo.

Al termine ancora due chiacchiere e invito padre domenico, quando a giugno rientrerá in famiglia dopo due anni a venirci a trovare e magari animare qualche domenica nelle parrocchie. A frotte iniziano ad arrivare i ragazzi, l’amplificatore é acceso, l’accodo c’é, e tutti cantano. Fantastico… La giornata si rinfresca grazie alle loro voci alte, intonate, sorridenti!

Ci rimane solo il tempo per una foto con suor Et e padre Domenico ma anche per un buon caffé tutto italiano e siamo giá in auto. La parrocchia di san michele dista poco lontano dall’aeroporto militare dove sono stati allestiti alcuni terminal per i voli nazionali. Alle 9.55 si decolla alla volta di Chiang Mai, il sole sopra le nuvole brilla, e si rivede l ‘azzurro del cielo, in basso via via tutto scompare.
Sorvoliamo la cittá e la pista é libera per l atterraggio, sono le 10.50, nemmeno unora di volo, Chiamg mai é a 700 km dalla capitale, é la citta più importante e industrializzata del nord della Thailandia.

Mi accoglie il sorriso e con il saluto thailandese don Raffaele Sandoná nativo di Caltrano fidei donum della diocesi di Padova dal 2009, inserito nel progetto triveneto nella cooperazione tra le Chiese con la Thailandia, progetto iniziato nel 1999. Don raffaele mi comunica subito del grave incidente che ha subito da poche ore il carissimo don Giuseppe, fidei donum di Verona, qui dal 2000.

C’é grande apprensione e si affidano alla preghiera di tutti. raccolgo questo invito e invito tutti a questa preghiera di intercessione.

Arriviamo poco dopo nel centro pastorale della diocesi dove i preti sono riuniti con il consiglio pastorale diocesano. Il vescovo sta proprio spiegando circa l’incidente e la salute di don Beppe e invita a sostenere in questo momento con solidarietá e preghiera. Don Raffaele traduce tutto con velocitá incredibile, nel frattempo si presentano due fidei donum dalla Colombia.

Annunci