Un camposcuola in Thailandia

Salutato i ragazzi del camposcuola giá in piena attivitá, con il loro salone addobbato, gli animatori indaffarati e don Bruno di Belluno preso dall’amplificatore e dal microfono, siamo giunti dopo un paio d’ore a Lampun nella parrocchia di San Francesco, dove da alcuni é iniziata una seconda missione del “progetto cooperazione tra le chiese” del Triveneto.

4

6

Qui operano don Attilio di Padova e il parroco don Giuseppe di Verona, siamo in apprensione per la sua salute, ma con fiducia le cose migliorano, c’é un tam tam di solidarietá e di preghiera eccezionale!

Grazie a tutti, a chi abbiamo raggiunto attraverso questo blog, restiamo in questo spirito pasquale!

Stiamo chiudendo il pomeriggio caldissimo di Chiang Mai rientrando in auto, la strada é trafficata, qui non é festa, i piú stanno rientrando dal lavoro. Arrivati sentiamo un vento leggero che ci invita al grazie, le nostre parole si fanno eucarestia e rincuora il vangelo pasquale: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno».

2

Chiediamo a don Bruno di presentarci i campiscuola di questo tempo estivo: “Il camposcuola 2016 della Parrocchia Maria Regina della Pace di Chae Hom porta il titolo “Misericordia, la vera felicità”, prendendo spunto dall’Anno Santo indetto da Papa Francesco.

Per questo primo campo, che dura 4 giorni, abbiamo 70 ragazzi che vanno dai 12 ai 15 anni. Sono seguiti da 25 animatori, giovani, e da 13 catechisti.

Per cercare di comunicare ai ragazzi la misericordia di Dio ci stiamo servenfo del video cartone animato “Come addestrare un Drago”. E’ la storia di un ragazzo, vichingo, che vuole diventare un vero cacciatore di draghi, come il padre e i suoi compaesani: purtroppo si trova limitato da un corpo esile e debole. Pur non avendo forza, cerca di usare il suo ingegno per riuscire ugualmente nel suo intento. Un giorno riesce a catturare un drago nero con una rete lanciata nel cielo. Quando però lo incontra, non ha il coraggio di ucciderlo: taglia la corda e lo libera.

13

Nelle attività con i ragazzi ci serviamo anche di alcune letture di brani del Vangelo come ad esempio la parabola del Padre Misericordioso e del Buon Samaritano. Anche la Parola di Dio ci insegna ad avere Misericordia. Le nostre armi non sono lance e coltelli, ma amore e compassione.

Il campo iniziato questa mattina terminerà il pomeriggio del giovedi 31 marzo.

La settimana dopo, da lunedi 4 a giovedi 7 sarà il turno dei ragazzi delle elementari.
Ci sarà un bel da fare per tutgi ma con impegno e con spirito fraterno riusciremo realizzare tutto bene. Contiamo sulla vostra preghiera!!!

Cercheremo di dare altre notizie in questi giorni… e intanto buon campo a tutti nella vita!!!”

Annunci